Montale Eugenio
Eugenio Montale (1896-1981) nasce a Genova. Interrompe gli studi per ragioni di salute e partecipa alla prima guerra mondiale. Negli anni della dittatura fascista in Italia farà parte della schiera di intellettuali antifascisti ed entrerà nel comitato culturale del Comitato di Liberazione Nazionale toscano, aderendo per qualche tempo al Partito d’Azione. Dopo la seconda guerra mondiale collabora a uno dei giornali più importanti in Italia con articoli di letteratura e critica musicale. Nel 1975 gli viene conferito il premio Nobel per la letteratura. La sua poesia, contemporanea ma estranea alle più radicali soluzioni dell’ermetismo, procede verso l’approfondimento di una concezione del vivere i cui elementi essenziali sono una cupa angoscia esistenziale, il rifiuto di una facile consolazione e la coscienza della sconfitta dell’uomo, prigioniero di condizionamenti e determinazioni di cui gli sfugge il senso. Il suo linguaggio poetico non ha ambizioni di tono alto, ma mira sempre alla precisione e tende alla ricerca di una realtà simbolica. Tra le sue opere più conosciute ricordiamo:”Ossi di seppia”, “Le occasioni”, “La bufera e altro”.
PRODUCTS HAVING Montale Eugenio IN Biographical Pages