Parini Giuseppe
Giuseppe Parini (1729-1799) nasce a Bosisio (Como). È tra i maggiori poeti italiani, fondatore di un’arte innovativa e consapevole dei diritti umani. Dal 1738 vive a Milano, frequenta le scuole dei Barnabiti fino al 1752, anno della pubblicazione della sua prima raccolta di poesie: “Alcune poesie di Ripano Eupilino”. Nel 1754 viene ordinato sacerdote. Per arrotondare le magre entrate insegna ai rampolli della nobiltà milanese: osservatorio particolare dal quale analizza vizi e debolezze dell’aristocrazia. Negli stessi anni comincia la stesura dell’opera principe, “Il Giorno”. Nel 1763 pubblica “Il Mattino”, nel 1765 “Il Mezzogiorno”, prime due parti del poema. In seguito compone “ Il Meriggio” , “Il Vespro” e “La Notte”, che rimane incompiuta. Nel 1757 comincia a scrivere “Le Odi”, ne scriverà diciannove, ricordiamo: “La vita rustica”, “L'innesto del vaiolo”, “Il bisogno” e “La caduta”. Nel 1769 ottiene una cattedra alle Scuole Palatine, nel 1773 diventa Sovraintendente delle scuole pubbliche meneghine. Nel 1777 entra nell’Arcadia di Roma col nome di Darisbo Elidonio. Nel 1796 Napoleone lo nomina membro della municipalità democratica, ma la sua posizione umana e politica lo porterà in breve a rinunciare all’incarico. Muore il 15 agosto 1799, due ore dopo aver dettato il sonetto “Predâro i Filistei l'arca di Dio”. Viene seppellito nel cimitero di Porta Comasina, oggi Porta Garibaldi, lasciando una traccia profonda nella poesia italiana.
PRODUCTS HAVING Parini Giuseppe IN Biographical Pages