Bateson Gregory
Gregory Bateson (1904 -1980), antropologo, sociologo, etologo, filosofo naturale, è uno dei più importanti pensatori del '900. Nato a Grantchester (Inghilterra) e figlio dell'eminente scienziato William Bateson (inventore del termine genetica), inizia la sua carriera come antropologo prima in Nuova Guinea e poi a Bali. Lavora negli anni '30 con la moglie Margaret Mead, una delle più famose antropologhe del '900. Opponendosi strenuamente a quegli scienziati che cercavano di "ridurre" ogni cosa alla pura realtà osservabile, si fece carico di reintrodurre il concetto di "Mente" in due famosi libri ("Verso un'ecologia della Mente" e "Mente e Natura"). Dal suo punto di vista la mente è parte costituente della realtà e di conseguenza non ha senso scindere il corpo dalla mente. Conosciuto universalmente come autore del concetto di 'double bind' (doppio vincolo) è stato ispiratore della psichiatria sistemica e di tutto il filone di pensiero ecologista, cibernetico e delle teorie della complessità. Con i colleghi Warren McCulloch, Gordon Pask, Ross Ashby, Heinz Foerster, Norbert Wiener e altri, Bateson contribuì ad elaborare la scienza cibernetica, ma egli è stato anche un 'maestro' nel senso socratico del termine; a partire dagli anni '60 ha influenzato buona parte della cultura giovanile ed ecologista americana ed europea con le sue idee di cambiamento radicale del pensiero scientifico e più in generale della civiltà occidentale.
PRODUCTS HAVING Bateson Gregory IN Biographical Pages