Audiolibri, Audiobooks, Audio-eBooks la passione per la lettura ad alta voce

NUOVI ARRIVI
OFFERTE SPECIALI
ARTICOLI RECENTI DAL BLOG

Il narratore italo-americano Edoardo Ballerini afferma: “Gli Audiolibri sono una vera e propria forma d’arte”

06/01/2019

Edoardo Ballerini, che ha registrato più di 250 titoli in audiolibro, afferma che gli audiolibri sono una vera e propria forma d’arte, e – “leggere e registrare questi libri non solo è stato per me una cosa straordinaria, ma ho capito che questa è un’evoluzione nell'arte della narrazione in generale”. Ballerini ha inoltre detto che registrare le 133 ore di durata del libro My Struggle (La mia lotta) dello scrittore norvegese Karl Ove Knausgaard è stato il lavoro più impegnativo che abbia mai fatto nei suoi 23 anni di carriera come attore (tra gli altri, Ballerini ha interpretato ruoli in The Sopranos e nel film Dinner Rush).

[Continua]


Che cos'è il Dizionatore e come funziona

18/11/2018

Com'è nata l'idea

Studiare dizione è quasi come imparare a parlare nuovamente una lingua. Ci sono delle regole che ci aiutano a gestire gran parte dei vocaboli ma molti di questi sono da imparare con l'esperienza. 

Quando iniziai a studiarla, una delle cose che notai fin da subito, è quanto tempo fosse necessario per cercare come si pronunciano le parole sul dizionario, e appuntare manualmente accenti e pronunce.

[Continua]


Vittorio Gassman, le dodici regole del buon lettore “sacro”

30/10/2018

Abbiamo sempre avuto una grande ammirazione per Vittorio Gassman e per la sua straordinaria capacità di leggere ed interpretare ad alta voce sia i testi laici che quelli sacri. Su questi ultimi ha impegnato la sua professionalità al servizio della Spiritualità con recitazioni pubbliche della Bibbia, del Vangelo e di molti Canti danteschi. Ecco i suoi suggerimenti pubblicati negli anni ’90 dal quotidiano l’Avvenire. Consigli fondamentali per chiunque voglia cimentarsi nella lettura sacra (e non solo).

[Continua]


La narrazione di un audiolibro può essere considerata una forma d’arte?

25/10/2018

di Maurizio Falghera ( da Come realizzare audiolibri in Home Studio, Audiolibro Ed. il Narratore S.r.l, 2014)

La questione se la lettura ad alta voce davanti a un microfono sia una forma d’arte richiama ovviamente la domanda più generale su che cosa sia, in effetti, una forma o un’opera d’arte; questa domanda ha generato un dibattito secolare che prescinde non solo dalla lettura ad alta voce, ma anche dalla stessa recitazione, e diventa ovviamente comune a tutte le attività umane. Per dirla in estrema sintesi, credo che, in generale, un’opera d’arte sia il frutto di un’ispirazione particolare congiunta con la maestrìa necessaria per esprimerla. Se uno dei due ingredienti manca, l’autore può anche pretendere di essere un artista, ma il suo prodotto non è un’opera d’arte. La mia opinione è che la lettura di audiolibri sia un particolare tipo di recitazione, cioè una forma d’arte tanto quanto lo è la recitazione teatrale o cinematografica, solo che implica il riuscire a catturare l’attenzione e l’interesse degli ascoltatori utilizzando unicamente la voce che legge un testo.

[Continua]


Audiolibri: 7 buoni motivi per utilizzarli a scuola

08/10/2018

Si sta preparando un mondo scolastico in cui tecnologia e didattica andranno sempre più ‘a braccetto’. Vi sono di certo ancora molte resistenze verso questo ‘matrimonio’, ma assai rapidamente l’introduzione di attrezzature digitali nelle scuole diverrà un fatto compiuto per l’immediato futuro. Sta di fatto che sono già migliaia le scuole italiane che adottano i registri elettronici, le lavagne digitali, i computer e i tablet per uso didattico. Ma quali contenuti vengono utilizzati da questi devices? In altri paesi, più avanzati sul piano della digitalizzazione delle strutture didattiche, l’impiego di eBooks ed Audiobooks è già una realtà a livello di massa. E’ tempo che anche in Italia si riconosca l’importanza di questi media digitali che consentono di avere molti vantaggi sul piano del multi-tasking e del miglioramento generale del livello dell’istruzione, anche per tutti quegli studenti che sono svantaggiati a causa delle loro difficoltà nell’apprendimento.

[Continua]