Audiolibri: tre suggerimenti per una narrazione di successo

31/05/2017

Audiolibri: tre suggerimenti per una narrazione di successo


Quando leggi un libro e lo registri con la tua voce, diventi una guida che accompagna l’ascoltatore in un viaggio. Proprio come la voce-guida di Disney World consiglia di tenere le braccia dentro al veicolo il narratore deve creare dei guardrail sonori che tengano il proprio ascoltatore sempre in pista.

Cosa serve per narrare in modo efficace? Secondo Stephanie Ciccarelli di Voice.com sono tre le cose da tener presente per avere successo.

1 - Sapere tutto

Come narratore devi conoscere dall'inizio alla fine il libro che andrai a leggere, prima di metterti al microfono. Essere informati è fondamentale per narrare con consapevolezza.

Un buon narratore ha tutto sotto controllo; conosce il terreno sul quale si muove, anticipa gli alti e bassi di un viaggio e diventa la stella polare dell’ascoltatore.

Il narratore non deve mai sviare i suoi ascoltatori. Deve trasportare il pubblico da un punto all’altro della storia. Ogni parola deve essere pensata e debitamente misurata.

Non ci si deve mai stupire di un testo o di come si comportano i personaggi. Dopo tutto, il narratore conosce già il finale.

2 - Essere obiettivo

Una delle principali responsabilità del narratore è quella di comunicare l'intento dell'autore, ma si deve anche mantenere alla giusta distanza dall’ascoltatore.

I narratori spesso raccontano storie delle quali hanno una visione completa, ma il rischio è quello di fornire informazioni o punti di vista che vanno invece evitati.

Il narratore non deve far trasparire le sue proprie emozioni, deve essere come un buon cronista e non prendere mai le parti di un personaggio o dell’altro. Bisogna presentare i fatti (o la storia) come l'autore voleva che arrivassero al lettore.

3 - Dipingere con le parole

La gente ama ascoltare gli audiolibri perché ama sentirsi raccontare delle storie. Un narratore professionista lo sa fare come si deve. I grandi narratori comunicano le sfumature di ogni parola e stanno attenti ai segni di punteggiatura, facendoli comprendere all’ascoltatore.

Dare vita ad una storia usando la voce è un'arte. Essere in grado di narrare attraverso la voce di un personaggio per poi passare alla propria, quella del narratore vero e proprio, è anch'essa un'arte.

Caratterizzare i singoli personaggi, trovare degli spazi per esprimersi e magari per ‘improvvisare’ può rendere più intensa l'esperienza dell'ascolto, sempre però nei limiti fissati dall'autore e dal testo.

Cosa rende grande un narratore di audiolibri?

Sarebbe bello confrontarsi su questo argomento. Se hai qualcosa da aggiungere a quanto fin qui scritto, lasciaci un commento.

Attendiamo un tuo riscontro!

Fonte: https://goo.gl/2mSi9k

 

PRODOTTI CORRELATI