La "truffa" degli audiolibri

17/06/2017

La "truffa" degli audiolibri


La verità sugli audiolibri a scuola

Il fatto che gli studenti imparino di più e meglio grazie agli audiolibri non è una diceria, ci sono le prove, basta vedere i loro voti. Così perlomeno ritiene Denise Johnson, insegnante di Educazione alla Lettura presso il William & Mary College, Virginia, USA.

Chi pensa che gli audiolibri siano una sorta di ‘truffa’ può anche continuare a crederlo, ma a scuola ci sono i dati a parlare. Basta vedere come l'utilizzo degli audiolibri faccia migliorare i curriculum accademici. Per molti studenti americani gli audiobooks non sono solo un'alternativa possibile al libro stampato, ma una vera e propria ‘necessità’.

Capire poco, leggere lentamente

Gli studenti che leggono lentamente e hanno difficoltà nella comprensione del testo, necessitano di formati diversi per restare al passo. Avranno poi naturalmente anche bisogno di appositi programmi di insegnamento per imparare a leggere meglio.

Gli studenti che necessitano di interventi didattici speciali dovrebbero avere accesso gratuito agli audiolibri. Molti studenti, per esempio i non vedenti o gli ipovedenti, o con altre disabilità fisiche, hanno accesso agli audiobooks, ma lo stesso non avviene per i dislessici o per chi ha difficoltà di apprendimento di altra natura.

Le scuole necessitano di materiali didattici specifici per le diverse problematiche. I dati della National Assessment of Educational Progress mostrano come spesso gli studenti con delle disabilità restano indietro sul programma e in alcuni casi arrivano anche ad abbandonare la scuola.

Manca in alcuni casi la giusta attenzione, da parte di insegnanti e di altri addetti ai lavori, nei confronti dello sviluppo degli studenti, dentro e fuori le strutture scolastiche.

Audiolibri e programmi scolastici

Gli audiolibri permettono di avere una via d’accesso alternativa ai programmi scolastici, aiutando gli studenti che incontrano difficoltà con i libri a stampa ad individuare obbiettivi e raggiungere i propri traguardi.

Non si tratta solo di apprendimento nozionistico, ma di sviluppo sociale ed emotivo. Avere formati alternativi per i libri consente a studenti con caratteristiche diverse di leggere, confrontarsi e crescere assieme, senza che nessuno sia lasciato indietro.

Benefici degli audiolibri

Ecco alcuni benefici che derivano dall'utilizzo di audiolibri a scuola. La lista è stata redatta dalla stessa Denise Johnson. I punti, elencati già un decennio fa, comparvero per la prima volta in un articolo dal titolo "Vantaggi degli audiolibri per tutti gli studenti", pubblicato sul sito Reading Rockets.

  • Far conoscere agli studenti testi che richiederebbero un livello di lettura superiore a quello in loro possesso;
  • Offrire un buon modello di lettura interpretativa;
  • Insegnare l'ascolto critico;
  • Evidenziare le emozioni che emergono dai libri;
  • Avvicinare gli studenti a generi letterari che altrimenti non verrebbero presi in considerazione;
  • Arricchire il vocabolario;
  • Fornire un modello per la lettura ad alta voce;
  • Dare a genitori e figli nuovi argomenti di discussione e la possibilità di ascoltare assieme audiolibri durante le vacanze o gli spostamenti in auto;
  • “Il piacere di ascoltare delle belle storie, lette splendidamente da narratori di talento” (Baskin & Harris, 1995, p. 376);

Nello stesso articolo sono citati anche i possibili limiti degli audiolibri e viene spiegato come questi non siano adatti a tutti i tipi di studente.

Ad esempio è stato notato come in alcuni casi la narrazione orale possa risultare troppo rapida, o troppo lenta. Oggi però la tecnologia permette agli studenti di controllare meglio la velocità di riproduzione, mettere in pausa e riascoltare più volte un determinato passaggio letterario.

Alcuni esperti, come Ben Foss, autore, imprenditore e direttore del Laboratorio di Visual Learning all'Harvard Smithsonian Center per l'Astrofisica, ha sperimentato, con ottimi risultati, strumenti avanzati per regolare la velocità di ascolto con studenti dislessici, usando le funzioni di accesso facilitato dei dispositivi mobili.

La verità sugli audiolibri

L'anno scolastico 2016-2017 è un buon momento per prendere una posizione decisa. Gli audiolibri non saranno mai l'unico strumento didattico per tutti gli studenti, ma possono essere protagonisti tra i materiali didattici accessibili, in specifici piani educativi.

Fonte: https://goo.gl/jEQhkX