Il mercato degli audiolibri cresce anche in Giappone

08/08/2017

Il mercato degli audiolibri cresce anche in Giappone


 

L'utilizzo di audiolibri è in costante aumento in Giappone e rappresenta un importante contributo all’editoria del paese asiatico, che sta affrontando un calo nelle vendite di libri a stampa.

Gli audiolibri rappresentano già il 10% delle vendite totali di libri negli Stati Uniti e in Europa. In USA i primi audiolibri erano cassette che venivano ascoltate alla guida dell'auto, oggi sono un mercato da 2-3 miliardi di dollari.

In Giappone gli audiolibri in cassetta hanno iniziato a circolare negli anni '80, ma limitatamente ad alcuni settori, come l'apprendimento di lingue straniere o l'ascolto dei rakuno (delle storie comiche). Spesso venivano ascoltati durante i viaggi in treno.

Per Wataru Ueda, presidente di Otobank Inc., un distributore di audiolibri fondato nel 2004, la situazione è radicalmente cambiata con l'arrivo degli smartphones che consentono l'ascolto degli audiobooks attraverso apposite app.

Otobank ha aperto un sito di download, chiamato Febe, nel 2007 e il numero di utenti che vi si collegano quotidianamente è aumentato nel tempo da circa 2.000 a 180.000. Oggi la società offre 19.000 audiolibri, con titoli che spaziano dal business alla letteratura.

Otobank per rendere ancor più stimolanti i suoi audiobooks ne ha spesso affidato la lettura a popolari attori o doppiatori. Oggi gli utenti li ascoltano mentre fanno jogging o sbrigano faccende domestiche.

I libri audio in Giappone valgono qualcosa come 5 miliardi di Yen, ma se cresceranno come hanno fatto in America ed Europa, potrebbero arrivare per Ueda anche a 100 miliardi.

Per capitalizzate il grande potenziale di crescita di questo mercato, il gigante dell'e-commerce Amazon è entrato nel mercato giapponese nel luglio 2015, con il suo Audible.jp, così come aveva già fatto in USA, Gran Bretagna e Australia.

Per la sua campagna marketing in Giappone Amazon ha puntato sull'attore Morio Kazama, che ha letto i sette popolari libri della saga di Harry Potter.

Sebbene gli audiolibri che Amazon propone in lingua giapponese siano meno di quelli di Otobank, chi aderisce a Audible può ascoltarne quanti vuole pagando un abbonamento mensile di 1.500 Yen pari a circa 11 euro.

"Il mercato giapponese dell'audiolibro dovrebbe espandersi, così come in USA e in altri Paesi con una popolazione istruita, che ama leggere" ha dichiarato Misako Furuya, responsabile dell'attività Audible di Amazon Japan.

Nell'aprile 2015, un totale di 16 editori giapponesi, compresi i leader del settore Shinchosha, Kodansha Ltd e Shogakukan Inc., hanno costituito l'Associazione Japan Audiobook per condurre ricerche di mercato comuni e studi sulla tutela dei diritti d'autore, così da prepararsi al meglio alla crescita di questo mercato.

Al momento, per Ueda di Otobank ci sono un paio di problemi da superare, ovvero i costi elevati per la produzione di audiolibri e il loro basso riconoscimento pubblico.

La produzione di audiolibri costa molto di più di quella di ebook. Il futuro degli audiobook dipenderà dal fatto che gli editori riescano a contenere i costi e ad offrire una vasta gamma di opere.

Fonte: https://goo.gl/cfrFAS