Sempre più autori saltano la stampa e pubblicano direttamente audiolibri

12/06/2018

Sempre più autori saltano la stampa e pubblicano direttamente audiolibri


Scrittori di successo come Michael Lewis, Robert Caro e Jeffery Deaver fanno parte di un crescente gruppo di autori che propongono i loro nuovi lavori direttamente in audiobook, approfittando di un mercato editoriale in forte espansione. Michael Lewis, saggista e giornalista molto noto in USA che ha venduto oltre 10 milioni di copie, ha deciso di vendere i diritti della sua nuova opera direttamente ad Audible, dichiarando: "Non potrete leggerlo, sarete in grado però di ascoltarlo. Sono diventato uno dei primi scrittori di Audible". Egli ora scommette su Audible e pensa che così facendo espanderà ulteriormente il suo pubblico. A maggio ha firmato un contratto pluriennale con la piattaforma per quattro audio-storie originali, la prima delle quali uscirà a luglio.

Un crescente numero di autori aggira la stampa pubblicando audiolibri originali, sperando così di approfittare del mercato dell'audio, decisamente in esplosione. Questo è solo l’ultimo sintomo che rivela come gli audiolibri non siano più una sorta di appendice della stampa, ma un mezzo creativo con una propria dignità editoriale.

Dopo anni di stagnazione nel settore, gli audiolibri sono diventati un raro punto luminoso per gli editori. Mentre le vendite di e-book sono diminuite e la stampa è rimasta un po’anemica, le entrate degli editori sul fronte del download audio sono quasi triplicate negli ultimi cinque anni secondo l'Association of American Publishers.

Questo, come forse era prevedibile, ha scatenato una vera e propria guerra per i diritti audio, ponendo Audible contro gli editori tradizionali, i quali insistono sempre più nel produrre loro stessi gli audiolibri, diffidenti nel cedere il controllo a un soggetto terzo.

La battaglia su chi dominerà il formato audio in rapidissima crescita sta ridisegnando il panorama editoriale, proprio come gli e-book hanno fatto un decennio fa, portando alcuni autori a firmare contratti direttamente per la versione audio dei loro lavori.“A nessuno importa del deserto finché non vi si trova il petrolio” ha detto l'agente letterario Russell Galen, che rappresenta autori di successo come Cassandra Clare e Diana Gabaldon. "All'improvviso, gli editori si battono per l'audio."

I vertici di Audible affermano che stanno investendo in opere originali per soddisfare la crescente domanda dei consumatori che chiedono storie progettate per essere ascoltate piuttosto che lette. Negli ultimi due anni, l'azienda ha realizzato 77 opere audio originali e ne ha quasi 150 in produzione. Audible ha recentemente assegnato anche delle borse di studio a 15 drammaturghi emergenti e a maggio ha annunciato un accordo con l'attrice americana Reese Witherspoon per sviluppare altro materiale audio originale.

La tecnologia digitale ha cambiato le regole del gioco. I cellulari ora funzionano come lettori di audiolibri. Le persone che pensavano di avere poco tempo per leggere stanno ascoltando libri mentre fanno i pendolari, jogging o sbrigano le faccende domestiche.

I consumatori hanno acquistato quasi 90 milioni di audiolibri nel 2016, rispetto ai 42 milioni del 2012, portando le vendite di audiolibri a 2,1 miliardi di dollari, secondo la Audio Publishers Association.

Gli editori hanno avviato la produzione di titoli in quello che un tempo era un formato decisamente trascurato, investendo in elaborate produzioni e in nuovi studi di registrazione.

 

Fonte: https://www.seattletimes.com/nation-world/listen-carefully-book-lovers-top-authors-are-skipping-print-for-audio/