Che cos'è il Dizionatore e come funziona

18/11/2018

Che cos'è il Dizionatore e come funziona


di Andrea Tagliabue

Il Dizionatore - www.dizionatore.it - è un programma online gratuito che aiuta a leggere un testo con la corretta dizione italiana, dando indicazione su accenti tonici/fonici, pronuncia di S e Z e raddoppiamento fonosintattico. 

Funziona in modo semplice: basta inserire un testo qualsiasi nel primo riquadro a sinistra e cliccare sul riquadro a destra oppure cliccare su "Diziona".  Nel riquadro verrà mostrato il testo con gli accenti corretti.

Il Dizionatore nasce per aiutare chi deve leggere un testo ad alta voce e ha l'obiettivo di limitare gli errori di pronuncia; ma non sostituisce lo studio della dizione e nemmeno il dizionario. 

Esempi pratici

Proviamo con un esempio pratico:

"Il Dizionatore è un'applicazione sviluppata per aiutare chiunque a mettere in pratica le regole della dizione, ed è facile da utilizzare. Non dovrai più accentare ogni singola parola: è un compito che svolgerà il programma!".

Scriviamo lo stesso testo nel riquadro e il risultato che appare sarà:

 

Note: 

- le S e Z sorde sono in grassetto e maiuscolo mentre la S sonora è indicata con ʃ e la Z sonora con ʒ.

- il raddoppiamento fonosintattico viene applicato in automatico (è ffacile) 

- la parola compito è evidenziata e sottolineata poiché il programma non è in grado di applicare in autonomia la pronuncia e serve una valutazione dell'utente. Posizionandosi su di essa, sarà possibile visualizzare i suggerimenti sulla pronuncia. In questo caso si tratta di un omografo: cómpito (lavoro) o compìto (garbato). Sarà poi l'utente a valutare quale scegliere in base al significato che si vuole dare.

 

Com'è nata l'idea

Studiare dizione è quasi come imparare a parlare nuovamente una lingua. Ci sono delle regole che ci aiutano a gestire gran parte dei vocaboli ma molti di questi sono da imparare con l'esperienza. 

Quando iniziai a studiarla, una delle cose che notai fin da subito, è quanto tempo fosse necessario per cercare come si pronunciano le parole sul dizionario, e appuntare manualmente accenti e pronunce.

Essendo di origini milanesi, maltratto un po' le E (come direbbe qualcuno) e dovevo quindi segnare l'accento corretto su termini come "questo" o "quello" (presenti numerose volte in un testo). A volte però, poteva capitare che me ne sfuggisse qualcuno, e me ne accorgevo solo una volta riascoltata la registrazione

Quindi dovevo registrare nuovamente, e allungare così i tempi di produzione.

Capitava anche di dover ricercare lo stesso vocabolo sul dizionario, anche a distanza di pochi giorni, perché non voleva proprio entrarmi in testa. 

Naturalmente c’erano numerosissime parole, che abitualmente pronunciamo in modo errato, e davo per scontato che la versione che siamo abituati a sentire fosse quella corretta.

Per ridurre al minimo gli errori e velocizzare un po' il processo, andai a cercare su internet se esistesse un programma che correggesse gli accenti, diciamo un qualcosa che "dizionasse" un testo. 

C’era solo DOP (Dizionario di Ortografia e Pronuncia) della RAI, ma che consente la ricerca solo per ogni singolo termine e non per un testo intero.

Decisi così di realizzare il Dizionatore.

L'ho utilizzato per diverso tempo: "passare un testo al Dizionatore", per me, era una sicurezza in più.

Nell'ultimo periodo ho deciso di pubblicarlo e renderlo disponibile a tutti: se è stato utile a me, penso lo sarà anche ad altri.

Chi sono

Mi chiamo Andrea Tagliabue, ho 30 anni, e più di 10 anni fa è nata in me la passione per la produzione audiovisiva. Da qui mi sono sempre più interessato a migliorare la voce e così ho iniziato a studiare tutti i meccanismi che ruotano attorno ad essa, tra cui la dizione. Combinando tutto questo a una buona conoscenza della programmazione, ho realizzato il Dizionatore.