Proust Marcel
Marcel Proust nacque ad Ateuil, presso Parigi, nel 1871, da agiata famiglia borghese. A nove anni fu colto dalla prima crisi d'asma: una malattia di origine psicosomatica, che lo tormenterà per tutta la vita. Trascorreva le vacanze a Illiers, che diverrà poi nelle sue opere Combray, il paradiso perduto dell'infanzia. Fu uno studente modello e sensibilissimo. Dopo il servizio militare (1890) s'iscrisse a giurisprudenza; ma invece di fare l'avvocato, scelse la professione di bibliotecario. Frequentò i salotti letterari, comportandosi come uno dei giovani dandy dei romanzi decadenti. Pubblicò traduzioni e collaborò a riviste; nel 1896 uscirono le raffinate prose 'I piaceri e i giorni', con prefazione di Anatole France; lavorò a un romanzo autobiografico, 'Jean Santeul', lasciato incompiuto (e pubblicato solo nel 1952). Nel 1900 Proust si recò a Venezia, sulle orme di John Ruskin, autore ed esteta inglese, da lui ammirato e tradotto. In quegli anni iniziò a manifestare apertamente tendenze omosessuali. Nel 1905 morì la madre, lasciando il figlio sconvolto. Nel 1907 Proust si legò sentimentalmente ad Alfred Agostinelli, suo autista e segretario. La salute e la nevrosi si aggravarono e Proust iniziò a isolarsi dal mondo, in una stanza rivestita di sughero: dormiva di giorno e vegliava la notte, convinto che in quelle ore le crisi d'asma fossero meno violente. Tra 1906 e 1912 scrisse la maggior parte dei romanzi della 'Ricerca'. Il primo volume ('Dalla parte di Swann') era pronto nel 1911, ma uscì solo nel 1913, a spese sue, dopo il rifiuto della Nouvelle Revue Francaise. Il successo del primo romanzo gli aprì le parte del prestigioso editore Gallimard, che pubblicò il secondo volume. Bisognò però attendere il 1919 perché la critica si accorgesse del vero valore dell'opera: 'All'ombra delle fanciulle in fiore' (il secondo romanzo del ciclo) ottenne il premio Goncourt. La prima guerra mondiale interruppe la pubblicazione. Proust continuava a condurre una vita ritirata e notturna, frequentando solo saltuariamente gli amici di un tempo. La stesura della Recherche lo sfinì; la salute peggiorò. Morì nel 1922 di polmonite, prima che il vasto ciclo romanzesco fosse pubblicato integralmente.
Prodotti con Proust Marcel in Schede Biografiche