Haggard Henry Rider
Sir Henry Rider Haggard (1856 – 1925) è stato uno scrittore britannico. Nonostante nel 1884, dopo aver continuato i suoi studi di legge interrotti a causa dei suoi soggiorni in Africa, venisse ammesso alla professione forense, manifestò sin dall'inizio uno scarso interesse ad esercitarla, dal momento che, probabilmente, aveva già in mente il progetto di diventare uno scrittore. I suoi primi due racconti, 'Dawn' (1884) e 'The Witch's Tale' (1884) non riscossero il successo sperato. Secondo un aneddoto, quando uscì 'L'isola del tesoro' di Robert Louis Stevenson nel 1883, Haggard fece una scommessa con suo fratello sostenendo che sarebbe stato in grado di scrivere una storia molto più avvincente; fu così che nacque dopo soli sei mesi di lavoro, il suo romanzo più celebre, 'Le miniere di re Salomone' (King Solomon's Mines, 1885) - primo di una serie che ha per protagonista il cacciatore bianco Allan Quatermain - che risulta essere il primo romanzo di avventura in lingua inglese ambientato in Africa e costituisce un prototipo per il tema del "mondo perduto" che divenne popolare nella letteratura vittoriana, ispirandosi anche alle figure di grandi esploratori ed avventurieri dell'epoca. Nel 1917 ricevette il titolo di Cavaliere dell'Ordine dell'Impero Britannico. Morì a Londra lasciando quattro romanzi completati
Prodotti con Haggard Henry Rider in Schede Biografiche