Hawthorne Nathaniel
Nathaniel Hawthorne, nato a Salem, nel Massachusetts, il 4 luglio del 1804 è considerato, assieme ad Edgar Allan Poe, Herman Melville e Mark Twain, il più importante narratore statunitense dell'Ottocento. Fin da giovane ricerca nella lettura e nella scrittura una fuga dalla monotona vita di Salem anche se raramente i suoi scritti giovanili vedono le stampe. Non potendosi mantenere con il lavoro di scrittore, accetta vari incarichi tra cui quello di sovrintendente alla misurazione del sale e del carbone presso la dogana di Boston e successivamente, nel 1846, come supervisore alla Casa Cantoniera di Salem. Nel 1849, in seguito alla nomina di nuovi amministratori, è costretto a lasciare l’impiego presso la dogana; in questo periodo scriverà i suoi racconti più importanti, tra cui 'La lettera scarlatta', preceduto dal prologo 'La dogana' in cui si accenna ai tre anni nella Casa Cantoniera di Salem. Il romanzo verrà pubblicato nel 1850, ottenendo un enorme successo di pubblico. Seguono, tra gli altri, 'La casa dei sette abbaini' nel 1851 e nel 1852 'Il libro delle meraviglie per bambini e bambine', una raccolta di miti classici. Dopo aver pubblicato altri libri per bambini ed essere stato nominato console a Liverpool, in Inghilterra, ritorna in patria dove la sua produzione subirà un brusco rallentamento. Muore nel 1864 dopo aver scritto 'Il fauno di marmo' e 'La nostra antica patria', una collezione di saggi inglesi.
Prodotti con Hawthorne Nathaniel in Schede Biografiche