Bentivoglio Fabrizio
Fabrizio Bentivoglio nasce a Milano nel gennaio 1957. Frequenta il liceo scientifico Leonardo Da Vinci, coltivando le passioni per il calcio e la musica. Il calcio, in particolare, lo porterà a giocare per una sola stagione, quella del 1970-1971, nella squadra giovanile dell'Inter. Dopo il diploma, appassionato di recitazione, si iscrive alla scuola del Piccolo Teatro di Milano. Per seguire l’amore per la recitazione Bentivoglio si trasferisce a Roma, dove comincia la sua carriera cinematografica. Il debutto sul grande schermo arriva con ‘Il bandito dagli occhi azzurri’ (1980) di Alfredo Giannetti. Seguono ‘La storia vera della signora delle camelie’ (1981) di Mauro Bolognini, ‘Regina’ (1987) di Salvatore Piscicelli. Con gli anni diventa attore prediletto dei registi Gabriele Salvatores e Silvio Soldini; per il primo recita in ‘Marrakech Express’ (1989), ‘Turné’ (1990), ‘Denti’ (2000) e ‘Happy Family’ (2010); per il secondo in ‘L'aria serena dell'Ovest’ (1990), ‘Un'anima divisa in due’ (1993) e ‘Le acrobate’ (1997). Tra le altre numerose pellicole a cui ha preso parte possiamo ricordare: ‘Le affinità elettive’ (1996) dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani, ‘Marianna Ucrìa’ (1997) di Roberto Faenza, ‘L'eternità e un giorno’ (1998) di Théo Angelopulos, ‘La balia’ (1999) di Marco Bellocchio, ‘La lingua del santo’ (2000), ‘A cavallo della tigre’ (2002) e ‘La giusta distanza’ (2007) di Carlo Mazzacurati, ‘Ricordati di me’ (2003) di Gabriele Muccino, ‘Una sconfinata giovinezza’ (2010) di Pupi Avati e ‘Scialla!’ (2011) di Francesco Bruni.
Prodotti con Bentivoglio Fabrizio in Schede Biografiche