Woolf Virginia
Virginia Woolf è una delle più celebri scrittrici inglesi del ventesimo secolo. Nata a Londra nel gennaio del 1882, pur non frequentando alcun istituto scolastico, come prevedeva la regola educativa vittoriana, riceve una raffinata istruzione all’interno delle mura domestiche, frequentate da personaggi di rilievo della cultura britannica. La perdita della madre e, pochi anni più tardi, del padre, segna l’inizio della depressione che accompagnerà l’intera vita della scrittrice, fino a condurla al suicidio. Dopo la morte del padre si trasferisce con la sorella a Bloomsbury e qui crea, insieme al gruppo di intellettuali e artisti con i quali entra in contatto grazie anche alle frequentazioni universitarie del fratello, il circolo noto come Bloomsbury group. Nel 1905 inizia a scrivere, collaborando con il supplemento letterario del Times. Nel 1912 sposa lo scrittore Leonard Woolf dal quale non si separerà fino alla morte, pur creando legami sentimentali con alcune donne, in particolare con Vita Sackville-West. Nel 1913, in seguito a una forte depressione e a un tentativo di suicidio, fonda con lui la Hogarth Press, che pubblicherà, tra gli altri, Katherine Mansfield, Italo Svevo, Sigmund Freud, Thomas Stearns Eliot, James Joyce e la stessa Woolf. Il suo primo romanzo, ‘La crociera’, viene pubblicato nel 1915; seguono negli anni alcune tra le suo opere più note, come i romanzi ‘La signora Dalloway’ (1925), ‘Gita al faro’ (1927) e ‘Orlando’ (1928), e i saggi ‘Il lettore comune’ (1925) e ‘Una stanza tutta per sé’ (1929). Considerata una delle più profonde innovatrici dello stile e della lingua inglesi, caratterizza le sue opere con l’utilizzo dello ‘stream of consciousness’ e, dal punto di vista contenutistico, con una forte sensibilità verso la collocazione nella storia e nella letteratura delle donne. Una recrudescenza della costante depressione la conduce al suicidio, nel marzo del 1941.
Prodotti con Woolf Virginia in Schede Biografiche